Il web che cambia il mondo…

Come la mitologica divinità marina, Proteo, il web è diventato un’entità in continuo mutamento. Può assumere qualsiasi forma e richiede da noi un continuo adattamento.

Dalla comparsa dei primi internet point alla fine degli anni 90 ad oggi in meno di 20 anni sono successe una infinità di cose e non tutte sono positive.

Di vantaggi ne ha portati molti ma di danni ne sta facendo. Cosa ha cambiato il web nella vita di tutti i giorni?

Facciamo un esercizio mentale:

Cosa ha cambiato il web in positivo?

  • La musica si ascolta on-line: abbiamo alzato tutti la nostra capacità di ascolto;
  • Amazon vende i libri on-line: ordino e mi arriva il pacco a casa;
  • I pacchetti di viaggio li personalizzo a mio gusto e trovo il miglior prezzo;
  • I film si vedono in streaming ne vediamo a centinaia;
  • Le riviste si leggono on-line riesco ad essere informato in tempo reale;
  • Le news le leggo on-line, risparmio sull’acquisto del quotidiano;
  • La pubblicità si fa per mail, niente volantini, risparmiamo carta, non si abbattono nuovi alberi;
  • Il web ha reso tutto più veloce, siamo tutti più produttivi;
  • Il web ha dato tante relazioni tutte nuove e divertenti;
  • Quando i giovani chattano parlano anche a gran di distanze;
  • Quando posti su Facebook trovi la fidanzata…

Cosa ha cambiato il web in negativo?

  • La musica si vende on-line: i musicisti vanno in crisi;
  • Amazon vende i libri on-line: le librerie chiudono;
  • I pacchetti di viaggio li trovi su Booking: le agenzie di viaggio chiudono;
  • I film si vedono in streaming: l’industria del cinema licenzia;
  • Le riviste si leggono on-line: Wired licenzia, chiude e cambia formato;
  • Le news le leggo on-line, i giornali quotidiani licenziano e poi chiudono;
  • La pubblicità si fa per mail, il volantinaggio non funziona più;
  • Il web ha reso tutto più veloce, siamo tutti più stressati;
  • Il web ci ha dato tante relazioni tutte superficiali:
  • Quando i giovani si incontrano… chattano.
  • Non si accarezzano più le fidanzate, si postano su Facebook…

Basta questo per capire come il web sta cambiando il mondo, l’economia, le relazioni umane. Solitamente i grandi cambiamenti spaventano le vecchie generazioni. Oggi parlo con i giovani e li sento spaventati per il mondo in cui sono costretti a vivere. Eppure non possono farne a meno.

Il mondo reale sembra essere diventato “irreale” e tutto accade sulla rete… Personalmente sono web designer e contribuisco alla costruzione di questa torre. Non ho teoremi. Molti interrogativi.

Tutto questo è giusto? Tutto questo era necessario? Tutto questo è utile?