Come ci curiamo dei denti

Curare i denti è uno stile di vita! Curare i denti è uno stile di vita!

Ormai è consapevolezza comune che la bocca è la prima fonte di contatto con i germi. Dalla bocca siamo esposti alle infezioni che possono propagarsi al resto del corpo. Se la bocca non è sana, non è sano neppure il nostro organismo.

Dal modo in cui curiamo i denti possiamo già comprendere il nostro stato di salute.

Cura quotidiana dei denti

Curarsi quotidianamente dei denti è fondamentale. La regola vorrebbe che ci si lavassero i denti ogni volta che mangiamo qualcosa questo non sempre è possibile. La pulizia dei denti deve avvenire regolarmente dopo ogni pasto. Sarebbe già buona cosa raggiungere questo livello di igiene dentale quotidiana.

Una volta al giorno possiamo integrare l’igiene dei denti con un risciacquo con collutorio. Il colluttorio non va mai utilizzato “assoluto” ma deve essere diluito in un bicchiere d’acqua tiepida. Il collutorio infatti, se preso in modo assoluto, può danneggiare le mucose e le difese immunitarie.

Curarsi dei denti con visite odontoiatriche periodiche

Recarsi periodicamente pressos il proprio dentista di fiducia  è buona regola per due ragioni:

  • fare la pulizia dei denti;

  • fare il controllo dello stato di salute dello smalto e delle gengive.

Controllare lo stato di salute della nostra bocca per non trascinare mai piccole carie nel tempo che possono compromettere i denti e lo stato di salute delle gengive.

Denti sani significa anche ossa della mascella e della mandibola sane.

Superare la paura del dentista

La paura del dentista è molto diffusa. Conosciamo vari gradi di fobia del dentista dal terrore cieco della strumentazione operatoria, al semplice e istintivo riflesso esofageo (conato di vomito) di quando il dentista ci mette le mani in bocca.

I motivi possono essere i più vari ma quando si soffre di disturbi dentali, la paura del dentista va superata in qualche modo.

In alcuni casi è sufficiente richiedere al proprio dentista la sedazione cosciente che ci permette di affrontare le cure dentali senza paura, senza stress e senza mantenere alcun ricordo dell’intervento odontoiatrico.

Nei casi più gravi di paura delle cure dentali si può ricorrere ad interventi chirurgici in anestesia totale in ospedale o clinica privata.  

Per superare la paura del dentista è necessario adottare le giuste strategie sapendo anche che oggi le cure dentali hanno per la maggior parte esiti positivi.

Scegliere un dentista italiano

I dentisti italiani sono tutti di altissimo livello. L’università italiana è rinomata nel mondo e forma professionisti capaci e di talento.
Scegliere un dentista italiano significa anche garanzia della qualità delle prestazioni, assistenza post operatoria e vigilanza da parte dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.

Le cure odontoiatriche all’estero non sempre ci danno garanzie reali di buona riuscita, garanzie sulla qualità dei materiali e sulle capacità dei medici che ci operano.

La paura di dover sostenere dei costi troppo alti

Spesso si ricorre ad un dentista estero perché si ritiene di non poter (o voler) sostenere il costo di un dentista professionista.

Tuttavia questo non necessariamente può tornare a nostro vantaggio specie quando l’operazione chirurgica (quando è più complessa e costosa) ha rischi più importanti. L’assistenza post-operatoria dei un dentista italiano, immediatamente disponibile vicino casa, con il quale abbiamo stretto un rapporto di fiducia, diventa fondamentale per la risoluzione dei problemi.

Curare i denti è fondamentale per il nostro stile di vita

L’estetica dei nostri denti incide, non ultimo, sul nostro stile di vita. Come ho scritto in un articolo sulle buone abitudini lavarsi i denti regolarmente migliora lo stato complessivo di salute.

Per avere dei denti bianchi bisogna imparare a lavarli, questo ci permette di averli puliti e sani e sviluppare una più alta autostima. Ci permette di non sentirci in imbarazzo per una dentatura esteticamente sgradevole. Ci permette di sorridere liberamente quando sentiamo il bisogno di esprimere tutta la nostra felicità.