Realizzare brevi video "How to..." per ampliare il proprio bacino di spettatori...

Di recente ho sentito l’esigenza di realizzare dei brevi video nei quali dare delle spiegazioni su possibili "strategie" e “trucchi” per utilizzare computer e informatica con maggiore efficacia.

Il vantaggio del produrre video rispetto alla scrittura di testi è la possibilità di integrare la comunicazione verbale e scritta (quella sulla lavagna) con la meta comunicazione del corpo, del tono della voce e della gestualità nel suo complesso.

Di recente ho sentito l’esigenza di realizzare dei brevi video nei quali dare delle spiegazioni su possibili "strategie" e “trucchi” per utilizzare computer e informatica con maggiore efficacia.

Il vantaggio del produrre video rispetto alla scrittura di testi è la possibilità di integrare la comunicazione verbale e scritta (quella sulla lavagna) con la meta comunicazione del corpo, del tono della voce e della gestualità nel suo complesso.

La scaletta

In questi semplici video ho deciso di adottare un metodo molto semplice. Si tratta di predisporre anticipatamente, su una lavagna bianca, la scaletta degli argomenti di cui si parlerà nel video.

Questa lavagna bianche che solitamente utilizzo per i miei corsi di formazione appare nei miei video alle mie spalle.

La scaletta ragionata e predisposta ancora prima di girare il video ha notevoli vantaggi:

  • guidare il relatore;
  • mantenere il focus sugli argomenti;
  • seguire un ordine ben preciso nell'esposizione.

Per effettuare un video di questo genere è consigliabile avere una stanza ben illuminata. Si può far ricorso a dei faretti di luce a forma di ombrello per avere una illuminazione il più diffusa ed omogenea possibile.

Un kit da fotografo attualmente ha un costo molto ridotto stiamo parlando di materiali semi professionali che si aggirano intorno ai 150 euro. Su Amazon e Ebay ne possiamo trovare a decine.

Durata e contenuti del tuo video

Il video ideale è un video breve di 10-12 minuti nel quale si espone brevemente tutte le considerazioni degli argomenti esposti nella della scaletta. Il relatore ha il compito di dare senso alla scaletta e fare tutti gli adeguati approfondimenti.

I contenuti non dovranno essere molti. Ogni singolo video potrà andare a focalizzarsi su singole e microscopiche tematiche che avremo la possibilità di approfondire quando più è necessario.

Montaggio video e creazione del modello.

Una volta registrato il video, e presupposto che tutto sia andato bene in una sola esposizione si provvede ad eseguire il montaggio video.

Ancora prima del montaggio dovremo creare il nostro modello di base. Alcune prove saranno sufficienti. Quando si fa tutto da soli non si deve apparire perfetti.

Per l’aspetto audio si possono utilizzare musiche dal bacino di brani audio ad utilizzo libero presenti su Youtube nell'apposita sezione dedicata all'editing (https://www.youtube.com/audiolibrary/music).

Nel modello dobbiamo prevedere una "sigla" con un video di apertura realizzato ad-oc che verrà riutilizzata in seguito anche per altri video.

Insieme alla sigla di apertura si predispongo i titoli gnerici di apertura che indicheranno il contenuto del video

In coda alla sigla sarà possibile inserire il video registrato in un unico pezzo (questo presupposto che abbiamo parlato continuativamente e non abbiamo commesso particolari errori di esposizione). Spesso accade che nell’esporre un argomento si commettano degli errori gravi in questo caso si dovrà ricorrere all’editing tagliano le parti non desiderate

Una volta montato anche il video principale ovvero la parte corposa del nostro "How to..." si inseriranno sigla e titoli di coda e gli eventuali sottotitoli di approfondimento e di chiusura.

Questo modello così creato sarà riutilizzabile (o migliorabile) come modello per i video successivi poiché basterà solo modificare il video centrale e correggere i titoli a seconda del contenuto presente nel video. Il resto rimarrà praticamente tutto identico.

Sembra una banalità ma questo genere di video "How To..." essendo brevi risultano anche facilmente fruibili, per nulla pesanti e consultabili in modo tematico. Sono facili da ricercare e trovare su Youtube e creano un indotto di pubblico sul canale molto grande.

Una volta prodotto il video definivo potremo tranquillamente pubblicarlo su YouTube per metterlo a disposizione del grande pubblico.

 

Vantaggi

Un video di questo genere non può far altro che migliorare la nostra reputazione web e metterci a contatto con un maggior numero di utenti.

Avere dei video da presentare ai propri spettatori / utenti / fan / clienti o lettori può essere un modo per ampliare il proprio bacino di conoscenza.

In fine un valore aggiunto che proviene dalla realizzazione di questo genere di video è avere la possibilità di rivedersi e imparare come ci muoviamo, quali sono le nostre espressioni, il nostro tono di voce quando parliamo in pubblico. E’ un modo molto interessante per scoprire e correggere i difetti della nostra comunicazione.

Questo è un valore aggiunto che ci portiamo dietro e che migliora complessivamente il nostro modo di lavorare e di relazionarci con il pubblico, gli allievi (se insegniamo), con i clienti.

Un valore notevole tenuto presente che una parte del nostro successo dipende esattamente dal nostro modo di comunicare le nostre idee e il nostro modo di operare.

Ecco a voi un esempio di Playlist Youtube creato con questa tecnica: Lezioni di Informatica di Base alla Scuola di Informatica

Buona visione...