Colorare sassi per cacciare lo Stress

Un’altra attività creativa capace di disintossicarci dal digitale (nell’idea di una digital detox periodica) è il bellissimo hobby di colorare sassi. Si rivela una attività creativa ed artistica molto divertente e completamente antistress.

Come tutte le attività artistiche anche l’hobby di colorare sassi può essere una attività che riposa la mente e ci riconcilia con il mondo reale del “fare” e del “toccare” fisicamente ciò che è vero e materiale.

Un modo interessante e creativo per riconciliarci con il nostro mondo fisico e disintossicarci dai dispositivi digitali come computer, smartphone, tablet ma anche dalla informazione sovrabbondante che ci proviene dalla televisione.

Scegliere il momento giusto per colorare sassi

Le attività di hobby come quella di scaricare e colorare mandala, disegnare, fare modellismo o semplicemente colorare sassi si possono svolgere durante i periodi di riposo. Tuttavia colorare sassi è una attività poco impegnativa in termini di tempo e molto soddisfacente. Sono sufficienti 1 o due ore dopo cena per rilassare la mente e gettarsi alle spalle lo stress.

Il sabato è un ottimo giorno per svolgere le proprie attività hobbistiche anche se solitamente il sabato tentiamo di fare tutto quello che non siamo riusciti a fare durante la settimana.

Per colorare sassi dobbiamo pensare di rinunciare a qualcosa. Spegnere la televisione per esempio è un’ottima scelta, ci vuole coraggio e capacità di controllare se stessi. La televisione non è indispensabile e di quello che ci propina non ricordiamo prevalentemente nulla.

Procurarsi i materiali per colorare sassi

L’attività di colorare sassi è accessibile ed economica quasi a tutti, non ci vogliono grandi capitali per colorare sassi ed i materiali si possono trovare in una normalissima cartoleria di quartiere:

Sassi e/o piccole pietre

La materia prima che si trova ovunque sul pianeta ma per i lavori più deliziosi possiamo trovarne in uno smorzo o in un vivaio che abbia sassi decorativi da giardino.

Nulla toglie alla nostra fantasia di scegliere i sassi delle forme più svariate. La forma di un sasso, se guardata con gli occhi della fantasia contiene già in se il disegno che vogliamo disegnare.

Colori e vernici trasparenti

I colori più adatti sono i colori acrilici ma sono più costosi dei colori a tempera. Per esercitarsi è possibile iniziare con i colori a tempera e poi passare ai colori acrilici. Maggiore è il numero di colori che sceglieremo maggiore saranno le possibilità creative quando andremo a colorare. I colori che dovremo acquistare in maggiore quantità è il bianco e il nero che ci serviranno per creare i fondali e le basi sulle quali colorare.

Per chi avesse risorse economiche più abbondanti e può permettersi di investire più soldi sulla pittura dei sassi sarà possibile utilizzare anche colori smaltati che forniranno un certo spessore alla colorazione. Gli smalti in particolare formano particolari goccioline dai bordi ben definiti e con il corpo ben rialzato. Questo effetto di definizione della goccia di colore è particolarmente ricercato da coloro che amano colorare i mandala sui sassi.

Potrebbe interessarti l’articolo di approfondimento sui mandala da stampare e colorare.

Per rendere i sassi brillanti ci servirà, nel caso in cui non stiamo usando gli smalti, una vernice trasparente con effetto bagnato come il ben noto Vernidas. Questo genere di vernice esiste sia in formato spalmabile con il pennello sia nella sua versione spray. Si tratta dei protettivi e di vernici finali disponibili sia nella loro versione lucida (effetto bagnato) sia nella loro versione opaca (o satinato).

Scegliere lo spray di finitura è certamente la soluzione più rapida che consente una migliore protezione del nostro lavoro. Infatti la nebulizzazione del prodotto ci permette di stendere il prodotto in modo uniforme e senza difetti sul nostro sasso.

In ultimo chiaramente serviranno i pennelli di varie dimensioni, possibilmente molti con la punta molto fine poiché il nostro disegno si concentrerà su una superficie molto piccola. Nel caso dei mandala ad esempio la punta fine ci aiuterà a depositare piccole gocce circolari sul sasso senza necessariamente realizzare dei cerchi. Quello che vi consigliamo è acquistare 5-6 pennelli diversi in misura. Uno solo più grande degli altri servirà per stendere la base su tutta la superficie del sasso.

Le matite che abbiamo a casa andranno benissimo per disegnare lo schizzo del disegno definitivo. Chi non avesse matite potrà acquistare matite morbide del tipo B o B2 presso il proprio cartolaio di fiducia.

Come dipingere i sassi

Un semplice metodo è scegliere i sassi che vogliamo colorare creando una “serie” tematica (Es. la serie delle faccine, o la serie dei gufi). Una volta puliti ed asciugati i sassi per rimuovere eventuali residui di polvere si stenderà un primo strato di colore uniforme per tentare di rendere la superfice uniforme sia dal punto di vista colore che dal punto di vista della presenza di piccoli buchi o avvallamenti indesiderati del sasso.

Un volta definita la base di colore si provvede a fare la bozza dei singoli disegni sui nostri sassi.

Quello che suggeriamo per chi non è esperto o non è molto capace a disegnare è partire da figure semplici. Le faccine ad esempio sono l’ideale per cominciare.

Cosa posso disegnare sui sassi?

Premesso che la fantasia non ha limiti e quindi neanche voi avete alcun limite ai soggetti che potete disegnare le tipologie di disegno sui sassi più frequenti sono:

  • le facce spiritose o le espressioni emotive;
  • le faccine dei mostri;
  • i gufi, i pinguini e gli altri uccellini;
  • i gatti non potevano mancare ma sono difficili per i principianti;
  • i mandala;
  • i pesciolini e le coccinelle;
  • i cactus e i fiorellini e la frutta;
  • le casette.

Con un certo numero di sassi colorati infine possiamo realizzare meravigliose composizioni come quelle che potete vedere nella galleria fotografica qui sotto allegata.

Dipingere sui sassi per cacciare lo stress e ritrovare il proprio equilibrio

Le attività ripetitive del lavoro e della vita quotidiana rischiano di farci perdere l’equilibrio interiore. Siamo costantemente messi sotto pressione e senza mai una interruzione. Tutto, all’interno delle nostre vite, è perfettamente programmato e scandito con tempi da manuale. Eppure la nostra mente ha bisogno dei giusti momenti di svago.

Colorare i sassi aiuta a cacciare lo stress e recuperare il nostro equilibrio interiore. Le attività hobbistiche, più lente e meno intellettuali ci permettono di recuperare il tempo del pensiero, della meditazione e della riflessione interiore.

Concedersi qualche ora la settimana per dedicarsi ad un hobby è certamente il modo ideale per fare del bene a se stessi senza spendere troppi soldi.

Colorare i sassi mette in moto le forze creative della mente, libera il pensiero, è una attività economica che si può svolgere tranquillamente a casa.

Una attività che consigliamo a tutti per gli effetti positivi sul proprio benessere mentale ed interiore.

Vedi la galleria fotografica dei sassi da colorare qui sotto...